Dal 16 al 19 maggio 2017 la Fondazione Bioparco di Roma ha ospitato l’XI Convegno Internazionale dell’EZG, il gruppo di orticoltura dell’EAZA (Unione Europea Zoo e Acquari). All’incontro hanno partecipato 40 delegati, botanici ed orticoltori di differenti strutture zoologiche europee e rappresentanti di enti scientifici italiani.
Come ogni anno, il gruppo di tecnici e professionisti che operano negli zoo europei per la gestione, la valorizzazione e la progettazione del verde, si è riunito per condividere le varie problematiche e conoscenze inerenti il loro settore di attività. L’argomento centrale dell’edizione di quest’anno è stato quello delle Specie Aliene Invasive, una problematica molto attuale e molto impattante dal punto di vista ambientale che vede coinvolte istituzioni internazionali come l’IUCN (International Union for Conservation of Nature) ed istituti nazionali come l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), il Servizio Fitosanitario della Regione Lazio e l’ANVE (Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori): rappresentanti di queste organizzazioni hanno condiviso la loro conoscenza e le loro esperienze attraverso presentazioni e dimostrazioni pratiche.
Il programma delle giornate si è svolto, come previsto, con presentazioni e discussioni in aula nelle prime due giornate e visite guidate nelle ultime due. La visita di Villa Borghese e dei Giardini Segreti è stata realizzata in collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali mentre la visita di Villa Medici è stata organizzata in collaborazione con la direzione dell’Accademia di Francia che ha riservato al gruppo dei delegati un piccolo aperitivo di benvenuto. Il giorno successivo è stata organizzata la visita alla Tenuta Presidenziale di Castel Porziano dove un entomologo ha illustrato al gruppo la problematica dell’infestazione delle pinete da parte di un coleottero estremamente dannoso e gli effetti dei numerosi abbattimenti di pini domestici eseguiti di conseguenza. La conferenza si è conclusa con successo con una piacevole visita guidata al Roseto Comunale. Da qui, vista la sua particolare posizione in una delle più belle zone archeologiche della città di Roma, il gruppo si è mosso per una passeggiata guidata verso le bellezze del colle Aventino.

Clicca qui per scaricare il programma

Share →