PROGETTO RONDINI E BALESTRUCCI NIDIFICANTI A ROMA


Volete partecipare attivamente alla difesa della biodiversità urbana? Se è così, dovrete diventare scienziati per qualche ora, partecipando ad una ricerca promossa dal Dipartimento Tutela Ambientale – Protezione Civile di Roma Capitale e dalla Fondazione Bioparco di Roma; questa indagine consiste nel censimento e monitoraggio dei nidi di rondini e di balestrucci a Roma; questo potrà aver luogo semplicemente imparando a riconoscere i nidi delle due specie e segnalando la loro presenza tramite l’utilizzo della piattaforma digitale Ornitho.it. Si tratta di un progetto pilota, che vuole promuovere una corretta e consapevole convivenza tra concittadini appartenenti a specie differenti.

Ornitho.it è la piattaforma comune d’informazione di 4.000 tra ornitologi e birdwatchers italiani e di molte associazioni ornitologiche nazionali e regionali che hanno come obiettivo lo studio, la conservazione degli uccelli, il birdwatching e la sua promozione. Questo progetto ha visto finora l’inserimento di più di 6 milioni e mezzo di dati e renderà possibile, entro la fine del 2015, la pubblicazione degli Atlanti nazionali degli uccelli nidificanti e svernanti in Italia.

Le specie oggetto dell’indagine sono molto importanti sia dal punto di vista della biodiversità urbana sia per la qualità della vita dei cittadini.
Le rondini Hirundo rustica e i balestrucci Delichon urbicum sono due specie migratrici che passano l’inverno nell’Africa sub-sahariana e tornano a nidificare in Europa, Italia compresa in primavera.
In questi ultimi anni si sta assistendo ad un apparente decremento numerico per entrambe le specie e stanno avvenendo sostanziali cambiamenti nella loro ecologia. Come indicato chiaramente dai loro nomi scientifici la rondine era legata prioritariamente agli ambienti rurali, mentre il balestruccio a quelli urbani. Probabilmente a causa delle modificate tecniche agropastorali la rondine si sta avvicinando sempre di più ai centri urbani, iniziando dalle aree periferiche, ma incuneandosi anche nel tessuto di edificato continuo.
Queste due specie svolgono un ruolo ecologico molto importante. Si alimentano esclusivamente d’insetti che catturano in volo, con un comportamento da veri filtratori aerei. Durante l’allevamento dei piccoli il numero degli insetti catturati, tra cui molte specie dannose per le nostre attività, è realmente impressionante, arrivando fino a molte migliaia d’individui al giorno per nido.
Per comprendere meglio i fenomeni che regolano la distribuzione e l’ecologia di queste due specie a Roma si chiede la collaborazione dei cittadini romani che, utilizzando la piattaforma digitale Ornitho.it, potranno fornire dati su distribuzione e densità che, elaborati da ornitologi professionisti, forniranno a loro volta indicazioni sia a livello scientifico, che gestionale.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA QUI