Durante la giornata verranno organizzati giochi tematici e laboratori interattivi sulle foreste e la loro conservazione. Inoltre, le attività evidenzieranno le caratteristiche più salienti delle specie animali che vi abitano – tra cui tigri, elefanti, leoni astici nonché molte specie di primate e di uccelli – i loro particolari adattamenti, le principali cause che ne minacciano l’esistenza – tra cui la deforestazione – e l’importante ruolo del Bioparco nella conservazione delle specie in via di estinzione.

Domenica 3 giugno dalle 11.00 alle 17.00:

  • Avventura in foresta, un gioco per conoscere le cause della deforestazione e contribuire alla salvaguardia delle foreste e delle specie che le abitano.
  • I re della foresta, un operatore didattico rivelerà curiosità sui leoni asiatici, sulle tigri di Sumatra e sui leopardi del Caucaso: i grandi felini presenti al Bioparco che dipendono dalla sopravvivenza delle foreste.
  • Regali di natura, alla scoperta della Biodiversità che ci cura, ci nutre e ci veste.
  • Vita in condominio. Cosa accadrebbe se sparissero le foreste? Un divertente gioco di abilità sugli equilibri della Natura.
  • L’uomo della foresta, alla scoperta dell’orango una delle specie simbolo della foresta: adattamenti, curiosità e minacce di questo formidabile primate.
  • Foreste di casa nostra, tra orso, lupo e lince alla scoperta dei grandi carnivori dei nostri boschi.
  • Il colore della vita, coinvolgenti esperimenti di chimica per svelare il ‘superpotere’ delle piante e in che modo producano l’ossigeno indispensabile alla nostra sopravvivenza.
  • Una foresta “acquatica”, l’affascinante quanto indispensabile ciclo dell’acqua svelato attraverso interattivi esperimenti per comprendere come le grandi foreste siano indispensabili per il suo mantenimento.
  • Sotto la foresta! Chiocciole giganti, insetti poderosi, ragni dalle vistose decorazioni, mille e centopiedi: osserviamo da vicino i piccoli esseri viventi che popolano le foreste del nostro pianeta da milioni di anni.
  • Il silenzio della foresta: in compagnia delle guardie antibracconaggio del WWF alla scoperta dei trucchi del mestiere per contrastare il problema del bracconaggio degli uccelli nel nostro Paese e prendere coscienza del dramma vissuto dalle specie canore del Sud-Est asiatico.
In collaborazione con WWF Roma e Area Metropolitana.

L’iniziativa è parte del programma di “EUREKA! Roma 2018” promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.

Foreste sottosopra è una campagna ideata dal gruppo di lavoro EDUZOO, gli educatori della UIZA che nasce dall’esigenza di informare e sensibilizzare il pubblico sul tema delle foreste, sia terrestri sia acquatiche, anche in adesione alla campagna “Silent Forest” promossa per il 2018 dall’EAZA, l’Unione Europea Zoo e Acquari, contro il bracconaggio con particolare riferimento alle specie canore https://www.silentforest.eu/.

Le foreste emerse occupano 4 miliardi di ha di superficie globale, circa il 30% delle superfici continentali, ma non sono le sole e ad esse dobbiamo aggiungere tutte quelle foreste che sono in parte o completamente sommerse, come quelle a mangrovia o di kelp. Le stesse foreste sono sottosopra, a soqquadro a causa della forte pressione antropica e si stima che ogni due minuti venga distrutta un’area pari a un campo di calcio.