Informiamo i gentili visitatori che il Bioparco ha avviato il progetto di ristrutturazione dei punti ristoro al fine di garantire un servizio migliore.Pertanto i suddetti resteranno temporaneamente chiusi. Ci scusiamo per il disagio.

Ricerca a cura del Bioparco di Roma in collaborazione con la Riserva Naturale Monte Navegna-Cervia – Rieti e l’Università di Roma TRE

Lo scopo principale del progetto è quello di favorire l’incremento numerico della popolazione di ululone appenninico Bombina pachypus, endemismo italiano, presente nella riserva Naturale Monte Navegna-Cervia in cui si registrano meno di 100 individui, un numero davvero esiguo.

A partire dal 2012 sono state svolte simultaneamente attività di laboratorio e attività sul campo tra cui prelievo di uova e allevamento nei laboratori del Bioparco, rilascio in natura degli animali neometamorfosati (69) e successivo monitoraggio.

Nel mese di settembre 2018 è stata aggiunta una seconda popolazione di ululone proveniente dal gruppo della Majella composto da 14 animali che, allevato in parallelo seguendo un preciso protocollo, permette confronti con gli individui della popolazione dei Monti Cervia-Navegna per valutarne eventuali differenze nell’accrescimento.

A presto! #iorestoacasa