Skip to content

Addax

Classe:
MAMMALIA
Ordine:
ARTIODACTYLA
Famiglia:
BOVIDAE
Nome scientifico:
Addax nasomaculatus
Dove vive:
Addax

Distribuzione e habitat:

Un tempo ampiamente distribuito in tutte le regioni Sahelo-Sahariane ad ovest della Valle del Nilo, è oggi circoscritto ad aree limitate del Chad, della Mauritania e del Niger.
Dimensioni
Ha un’altezza di circa un metro e mezzo e un peso compreso tra i 60 e i 120 kg.
Abitudini
Attivo soprattutto al crepuscolo e durante le ore notturne, trascorre le ore più calde al riparo della poca ombra che il deserto gli offre. Si sposta in branchi misti di 5-20 individui guidati da un maschio dominante.
Riproduzione
La riproduzione può avvenire tutto l’anno e dopo una gestazione di circa 8 mesi nasce in genere un solo piccolo.
Dieta
Si nutre di erba e arbusti che ricerca percorrendo grandi distanze nel deserto.
Lo sapevi che?
Tra le antilopi è quella maggiormente adattata al deserto: possiede zoccoli ampi per non sprofondare nella sabbia e produce un’urina molto concentrata per limitare al massimo gli sprechi idrici. Inoltre, può trascorrere la maggior parte della vita senza bere, recuperando l’acqua dalla vegetazione di cui si nutre.
Grado di minaccia
È un’antilope seriamente minacciata di estinzione a causa del bracconaggio per la carne, la pelle e le corna, e della perdita del suo habitat che hanno portato a un crollo della popolazione in natura, dove oggi sopravvivono meno di 100 individui.

LEGENDA

  1. CITES. La specie è protetta dalla Convenzione di Washington – anche nota come CITES – che regolamenta il commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche. La CITES è un accordo tra oltre 160 governi che attraverso leggi internazionali e nazionali regolamenta, o addirittura vieta l’esportazione, l’importazione, la vendita e Ia detenzione di molte specie e loro derivati comi le pelli o l’avorio.
  2. EEP/ESB. La specie rientra in un programma di conservazione europeo coordinato dall’Associazione Europea Zoo e Acquari (EAZA), di cui il Bioparco è membro. L’EEP (Eaza Ex Situ species Programme) prevede diverse azioni tra cui la riproduzione in cattività per eventuali rilasci in natura, la sensibilizzazione del pubblico e la ricerca scientifica. L’European studbook (ESB) è un inventario che ha lo scopo di monitorare lo stato in cattività degli individui di una determinata specie e generalmente precede l’EEP.
  3. RED LIST IUCN. La specie è inserita nella Lista Rossa delle Specie Minacciate di estinzione redatta dalla IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura). Si tratta del più completo inventario che codifica il grado di minaccia delle specie a livello globale basato su un sistema di categorie e criteri quantitativi e scientificamente rigorosi.