Skip to content

Nandù

Classe:
AVES
Ordine:
STRUTHIONIFORMES
Famiglia:
RHEIDAE
Nome scientifico:
Rhea americana
Dove vive:
Nandù

Distribuzione e habitat:

Abita le pampas del sud-est del continente sudamericano con preferenza per le area con vegetazione alta.
Dimensioni
È alto tra i 127 e i 140 cm e pesa tra i 20 e i 25 Kg. Il maschio e la femmina hanno dimensioni simili. Il colore può variare tra il grigio ed il marrone e gli individui albini non sono infrequenti.
Abitudini
Sedentario ed incapace di volare, sfugge alle minacce grazie alle grandi zampe che gli permettono di correre molto velocemente. Ha, inoltre, grandi ali che utilizza per schivare gli attacchi dei predatori come il puma.
Riproduzione
Il maschio corteggia fino a 12 femmine e dopo l’accoppiamento costruisce un nido nel terreno in cui ogni femmina depone un uovo al giorno per circa 10 giorni.
Dieta
Onnivoro, si nutre di semi, frutta, radici, insetti, soprattutto cavallette e piccoli vertebrati come lucertole, rane, piccoli uccelli e serpenti. In Brasile all’occorrenza si nutre anche di pesci.
Lo sapevi che?
È il maschio che si occupa della cova e, dopo la schiusa, della cura dei pulcini.
Grado di minaccia
Non è una specie minacciata anche se il numero di individui è in declino a causa della caccia dovuta al commercio di carne e pelli. Fortunatamente la nascita di numerose fattorie dove questi animali vengono allevati ha ridotto la pressione sulle popolazioni selvatiche.

LEGENDA

  1. CITES. La specie è protetta dalla Convenzione di Washington – anche nota come CITES – che regolamenta il commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche. La CITES è un accordo tra oltre 160 governi che attraverso leggi internazionali e nazionali regolamenta, o addirittura vieta l’esportazione, l’importazione, la vendita e Ia detenzione di molte specie e loro derivati comi le pelli o l’avorio.
  2. EEP/ESB. La specie rientra in un programma di conservazione europeo coordinato dall’Associazione Europea Zoo e Acquari (EAZA), di cui il Bioparco è membro. L’EEP (Eaza Ex Situ species Programme) prevede diverse azioni tra cui la riproduzione in cattività per eventuali rilasci in natura, la sensibilizzazione del pubblico e la ricerca scientifica. L’European studbook (ESB) è un inventario che ha lo scopo di monitorare lo stato in cattività degli individui di una determinata specie e generalmente precede l’EEP.
  3. RED LIST IUCN. La specie è inserita nella Lista Rossa delle Specie Minacciate di estinzione redatta dalla IUCN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura). Si tratta del più completo inventario che codifica il grado di minaccia delle specie a livello globale basato su un sistema di categorie e criteri quantitativi e scientificamente rigorosi.